25 Aprile 2024
giovedì, 25 Aprile 2024
spot_img

Al Pigneto la première di ‘Santelmo’ di Liryc Dela Cruz

Al Fanfulla l'anteprima romana per il nuovo film firmato dal regista classe '92

Martedì 3 maggio (h. 21) al Pigneto, presso il Fanfulla, la prima visione di “Santelmo” di Liryc Dela Cruz: la pellicola sarà presentata 72 ore dopo alla Maison Européenne de la Photographie di Parigi in occasione dei Rencontres Internationales Paris/Berlin 2022.

Trama | Le enciclopedie descrivono l’incendio di Sant’Elmo come un innocuo fenomeno meteorologico causato da una forte scarica statica. Nella mitologia filippina, un “santelmo” è l’anima errante di una persona defunta che non ha ancora trovato la pace. Allo stesso modo, i giovani che vagano per la campagna cercano invano la riconciliazione con il mondo in questo poema ipnotico in bianco e nero che ricorda l’opera di Lav Diaz per il suo ritmo contemplativo. I tre giovani, il cui viaggio senza meta è accompagnato solo dal fruscio delle foglie e dell’erba, dal cinguettio degli insetti e dal canto degli uccelli, parlano di persone per le quali hanno sofferto e di cui intendono vendicarsi. Tuttavia, è impedito loro di liberarsi da ricordi che non possono essere uccisi.
Writer, Cinematographer, Production Designer, Editor and Director: Liryc Dela Cruz
Produced by: Pelircula, DVI99, Caffe Veloce Productions

Liryc Dela Cruz, regista e artista di Tupi, South Cotabato a Mindanao, Filippine, vive a Roma. Le sue opere sono state selezionate e proiettate in diversi festival internazionali di cinema ed eventi artistici a Locarno, Berlin, New York, Taiwan, ecc. I suoi film sono tematicamente legati alle sue origini, alla sua storia e alla sua psicologia personale. È stato un collaboratore del regista indipendente filippino Lav Diaz e un allievo di Apichatpong Weerasethakul. È anche considerato uno dei rappresentanti del movimento del cinema lento (Ji.hlava IDFF ’18). Nel 2020 è stato selezionato come uno dei giovani registi emergenti alla Berlinale Talents durante il 70° Festival Internazionale del Cinema di Berlino. Attualmente, Dela Cruz è stato selezionato dal Teatro di Roma per partecipare al progetto INFRA per il 2020-2021. Ha anche ricevuto il premio Artissima 2020 e il Torino Social Impact Art Award per il suo progetto Il Mio Filippino, un progetto che si concentra sull’invisibilità dei lavoratori domestici filippini in Italia e in altri territori. Recentemente, Dela Cruz e il suo progetto Il Mio Filippino sono stati selezionati dalla Cité internationale des arts di Parigi, Francia, per il programma di residenza 2022.

POTREBBERO INTERESSARTI

facebook

instagram

IN EVIDENZA SU PIGNETO TV