16 Giugno 2024
domenica, 16 Giugno 2024
spot_img

Il viaggio nella memoria di Miriam Alé

Da Recherche tutta la delicatezza e la poesia della giovane fotografa siciliana

Dal 22 aprile al 27 aprile, presso Recherche (via dell’Acquedotto Alessandrino 42), Miriam Alé presenta la sua mostra fotografica “Miriam Alé – Prima Ràma”. “Ho iniziato a fotografare mio nonno il giorno in cui mi sono resa conto del fatto che lui non fosse immortale. Avevo diciannove anni, volevo solo creare dei ricordi: ho finito con l’aprire svariate porte chiuse della mia infanzia. Nonostante la sua cecità, e forse anche un po’ grazie ad essa, era del tutto impavido rispetto alla mia macchina fotografica. Si è completamente fidato di me e del mio punto di vista, sapendo che non lo avrei mai tradito nel raccontare una storia su di lui. La fotografia ha dato ad entrambi l’opportunità di far parte dello stesso progetto: lui ha sentito anche l’esigenza di aiutarmi, di suggerirmi delle foto, delle situazioni, in modo da raccontare meglio la sua storia. Le mani sono un’importante parte del progetto, d’altronde mi hanno sempre affascinato: mani lisce e delicate di un professore. Lui sarebbe stato perso senza di loro, avendo vissuto autonomamente in vent’anni di cecità. Da piccola avevo l’abitudine di restare li a fissarle e ad accarezzarle. La nostra relazione ha avuto un punto di svolta nonostante fosse già profonda. Lui ha iniziato ad aprirsi nei suoi pensieri più intimi, riguardo la nostra famiglia e la sua vita privata. Dal portare avanti una ricerca sulle origini familiari è venuta a galla l’esigenza di far pace anche con la città che ci aveva visti nascere e crescere. Dovevo scoprirla, addentrarmi in ogni suo vicolo nonostante l’odio covato per anni nei confronti di una raffineria di petrolio che l’ha devastata, ambientalmente e socialmente, inquinando ed uccidendo. Volevo riscrivere la narrativa, cercare la poesia, la magia, che la natura continua a portare con sè. Ciò che ne risulta, è un viaggio nella nostra memoria condivisa, nella calda luce del giorno e nella fredda luce della notte”.

Orari di visita:
Venerdì 22 Aprile: inaugurazione dalle ore 18.30
Sabato 23 Aprile: dalle ore 10.30 alle ore 23
Domenica 24 Aprile: dalle ore 10.30 alle ore 23
Lunedì 25 Aprile: giorno di chiusura dello spazio
Martedì 26 Aprile: dalle ore 10.30 alle ore 17.30
Mercoledì 27 Aprile: dalle ore 10.30 alle ore 15

POTREBBERO INTERESSARTI

facebook

instagram

IN EVIDENZA SU PIGNETO TV