25 Aprile 2024
giovedì, 25 Aprile 2024
spot_img

‘Displacement’, storia di una città che ha perso la sua identità

Una triste fotografia della trasformazione in atto a L'Aquila nell'ultimo decennio

Martedì 7 giugno (h. 19) al Pigneto, presso la libreria Leporello, Giovanni Cocco presenta il libro scritto con Caterina Serra dal titolo “Displacement” (Postcart Edizioni). Insieme a lui, Tiziana Faraoni e Daniele Zendroni, studio Visionair.

“È notte, L’Aquila è più buia di un campo d’inverno. Non sentiamo niente, non vediamo abbastanza. Siamo un po’ spaventati, un po’ anche eccitati. È per via delle case vuote, spalancate. La vita esce da quei buchi, sguaiata, oscena. Il buio di una città senza luci è fondo, sprofondato tra i muri. Diverso da qualunque altro. Il nostro spaesamento è dato anche dallo snaturamento della città. Dalla sua irriconoscibilità. Ci sono i nomi delle strade, eppure non corrispondono a quello che erano. Non importa, lasciamo stare i nomi, mi dico, sono quello a cui portano che conta, adesso. Dopo il grande trasloco di massa. La dislocazione. La dispersione. Ci perdiamo anche noi” (Caterina Serra).

Displacement è un viaggio di parole e immagini nelle città che mutano per abbandono, che ricostruendosi rovinano. Giovanni Cocco e Caterina Serra si sono ritrovati nella città di L’Aquila per raccontare la nuova vita generata dalla perdita del centro e dallo spostamento degli abitanti verso le periferie. Una città di strade svuotate, di nuove case in vendita, di palazzi riemersi dalla polvere con nomi di alberghi, banche e negozi, la cui popolazione abita sperduta le New Town, una periferia-dormitorio, la cui piazza è la rotonda di un centro commerciale. Questo lavoro di ricerca durato più di 10 anni (2012 – 2021) è diventato un libro a cura di Tiziana Faraoni con progetto grafico dello studio Visionair di Roma.

POTREBBERO INTERESSARTI

facebook

instagram

IN EVIDENZA SU PIGNETO TV